Quella metà di noi / Paola Cereda

"Si chiese se ci fossero parole adatte a descrivere quella metà di noi che non viene raccontata e che continua a esistere, nonostante l'imbarazzo"

Matilde e le barriere

Recensione Quella metà di noi di Paola Cereda. E’ un romanzo bellissimo e dedicato alle barriere, dentro e fuori di noi, quello di Paola Cereda. Un ritratto delicato e allo stesso tempo struggente e lacerante della società di oggi.

Matilde Mezzalama, maestra in pensione, vive nel quartiere Barriera di Torino. Per necessità trova lavoro come badante di un anziano e malato ingegnere. Il fatto che sia italiana, in un mestiere solitamente svolto dalle straniere, le fa ottenere immediatamente il posto. E così si trova catapultata in un’altra famiglia, in un bell’appartamento elegante. Matilde e l’ingegnere che accudisce hanno qualcosa in comune: nascondono un segreto, “quella metà di noi” che scegliamo di non mostrare agli altri.

Matilde ha un segreto che non rivela a nessuno. Nemmeno alla figlia che prova vergogna per la casa di periferia della madre, e che si fa viva solo per chiedere soldi, con le figlie viziate e snob. Non lo confida nemmeno all’ingegnere, che invece le rivela una vita segreta che ha scelto di abbandonare e che rimpiange.

Le barriere delle nostre città

Torino è uno specchio perfetto della società, con le barriere tra quartieri, tra italiani e stranieri. Ma anche tra italiani che vivono nella borghese “precollina” e quelli che stanno in periferia. Matilde ogni giorno per andare al lavoro attraversa la barriera.

Le barriere, però, sono soprattutto dentro ogni personaggio di questa storia. Tra segreti inconfessabili, amori finiti ma trascinati nel tempo e la paura di ammettere a se stessi di aver sbagliato, le esistenze di ciascuno si intrecciano, si sfiorano o non si incontrano mai.

Ho amato molto questo romanzo, la scrittura semplice ma efficace dell’autrice, i personaggi. Bella la descrizione del palazzo in cui vive Matilde con i suoi vicini. Difficilmente dimenticherò la scena del banco dei pegni. Dense di verità le storie delle badanti straniere raccontate, con il senso di non appartenenza alle vite che a casa loro vanno avanti grazie al loro sacrificio.

 

amazon-storeapp-storeplay-store
Nessun commento

Invia un commento