cambiare l'acqua ai fiori recensione

Cambiare l’acqua ai fiori / Valérie Perrin

"Mi tengo dritta, è una mia peculiarità. Non mi sono mai piegata, neanche nei periodi di maggior dolore".

Cambiare l’acqua ai fiori Recensione

Violette Toussaint è la guardiana di un cimitero. I suoi vicini, ci racconta dalla prima pagina, non soffrono, non si innamorano, non gioiscono. I suoi vicini sono i morti che riposano nel piccolo camposanto del quale si prende cura come se fosse un giardino.
Subito, appena iniziato “Cambiare l’acqua ai fiori”, mi sono trovata catapultata in un mondo speciale. Fatto di lacrime, sussurri, speranze, ricordi. Anche di fiori e degli ortaggi che Violette coltiva con amore.

La sua storia si dipana e si intreccia, in una sorta di moderna Spoon River, a quelle dei defunti del “suo” cimitero. Ci sono poi il parroco, gli operai del comune, le pompe funebre, una decina di gatti e un cane rimasto orfano del proprio padrone.

E’ il piccolo mondo in cui Violette, colpita duramente dalla vita, impara a guardare avanti. Credo che questo romanzo sia un inno alla forza e al coraggio di vivere, che si può ritrovare anche in un cimitero. C’è tanto dolore, ma anche molta speranza.

Credo che tutto il successo che ha avuto questo romanzo soprattutto grazie al passaparola dei lettori sia piàù che meritato. E non mancano nemmeno i colpi di scena, che arrivano imprevisti e lasciano spiazzati. Credo che di Violette ci ricorderemo sempre, così come dei personaggi di Sasha, Célia, Nono, Elvis Presley e di tutti gli altri.

La trama

Violette Toussaint è guardiana di un cimitero di una cittadina della Borgogna. Durante le visite ai loro cari, tante persone vengono a trovare nella sua casetta questa bella donna, solare, dal cuore grande, che ha sempre una parola gentile per tutti, è sempre pronta a offrire un caffè caldo o un cordiale.

Un giorno un poliziotto arrivato da Marsiglia si presenta con una strana richiesta: sua madre, recentemente scomparsa, ha espresso la volontà di essere sepolta in quel lontano paesino nella tomba di uno sconosciuto signore del posto. Da quel momento le cose prendono una piega inattesa, emergono legami fino allora taciuti tra vivi e morti e certe anime che parevano nere si rivelano luminose.

Ecco il link al sito della casa editrice E/O

Leggi anche Eleanor Oliphant sta benissimo

amazon-storeapp-storeplay-store
Nessun commento

Invia un commento