recensione nel mare del tempo elisabetta cametti

Nel mare del tempo / Elisabetta Cametti

La serie di K

Recensione Nel mare del tempo di Elisabetta Cametti

Come spesso mi accade, quando voglio acquistare il primo romanzo di una serie, mi sbaglio. E così ho conosciuto Katherine Sinclaire, la protagonista della “Serie di K” di Elisabetta Cametti, dal secondo volume di quella che per ora è una trilogia.

Premetto che non ho mai letto Dan Brown a differenza di molti e non so dire se effettivamente il romanzo dell’autrice italiana di thriller tra passato e presente siano simili o diversi. Il risultato per me è stato che ho già deciso di acquistare anche il primo e il terzo romanzo per sapere di più di Katherine  e per perdermi “nel mare del tempo”.

La protagonista del romanzo è una donna molto intelligente, appassionata di storia, e anche coraggiosa. Un’eroina da colossal americano. Katherine in questa storia scopre di avere una sorta di connessione inspiegabile con una donna del passato, Angelica. Di lei vorrebbe, come il lettore del resto, sapere molto di più.  Il risultato è una lettura molto scorrevole e gradevole, di quasi 600 pagine, con un finale che riesce a sorprendere.

Aspetto da non sottovalutare affatto: la ricostruzione storica è puntuale, precisa e impeccabile. Le citazioni di autori classici sono come una ciliegina sulla torta.

Trama

È passato un anno dall’intrigo in cui Katherine Sinclaire ha rischiato di perdere la vita. Ma l’incubo sta per tornare: durante la presentazione del primo romanzo della brillante manager, un uomo si spara di fronte a lei, dopo averle consegnato un simbolo cifrato. Katherine si trova di nuovo risucchiata in una caccia al tesoro sanguinaria che la metterà sulle tracce di Angelica, una misteriosa donna vissuta nel Medioevo. Addentrandosi nei cunicoli sotterranei usati dagli eretici, Katherine scoprirà che quei passaggi custodiscono uno dei più straordinari segreti della storia. In un tumultuoso viaggio dalla Bretagna, la terra delle maree, ai nascondigli prealpini di Fra Dolcino, Katherine capirà di essere legata ad Angelica da un filo invisibile ma fortissimo… più forte del destino che sta per guidarla verso una scelta da cui non c’è ritorno.

Qui il link al sito internet dell’autrice

Se ami i romanzi storici, leggi anche Il problema Spinoza di Irvin D. Yalom

amazon-storeapp-storeplay-store
Nessun commento

Invia un commento