fbpx
recensione il quaderno dell'amore perduto

Il quaderno dell’amore perduto / Valérie Perrin

La vita riserva sempre una seconda occasione di felicità

Recensione il quaderno dell’amore perduto di Valérie Perrin

Ho letto il primo libro di Valérie Perrin dopo Cambiare l’acqua ai fiori, fenomeno letterario nato grazie al passaparola tra i lettori. Chi ha amato il secondo, sicuramente non resterà deluso dal Quaderno dell’amore perduto. Il lutto, il dolore, i sensi di colpa e la voglia di ricominciare a vivere sono tematiche che compaiono in entrambi i romanzi. In questo caso la protagonista, Justine, è una ventenne assistente infermiera in una casa di riposo. Cresciuta in una famiglia spezzata da una tragedia, Justine si è ricreata una nuova dimensione di affetti tra gli anziani che assiste con amore, ascoltando le loro storie.

In particolare, si lega a Hélène, che immagina di vivere su una spiaggia, e che le racconta il suo grande amore perduto. Justine annota la storia di Hélène e della sua famiglia su un quaderno. E impara ogni giorno ad affrontare il proprio dolore e a sperare in una vita migliore. Ci vuole forza, anche per lasciarsi il dolore alle spalle.

La provincia francese e i segreti spesso inconfessabili che si nascondono nelle storie delle famiglie sono lo sfondo di questo romanzo, che ho apprezzato molto. Lo stile elegante di Perrin, l’alternarsi dei piani tra il presente, l’infanzia di Justine e la storia di Hélène, rendono la lettura sempre piacevole e mi hanno tenuta incollata alla pagina.

Un tema importante è quello dei ricordi, che rappresentano la nostra identità. Gli anziani sono ricchi delle proprie storie, che meritano di essere ricordate e di non perdersi con la morte. Anche vite apparentemente semplici, come quella di una bambina che non riesce ad imparare a scrivere, racchiudono un patrimonio enorme.

Non sono rimasta delusa da questo romanzo, come sarebbe potuto accadere dopo aver letto Cambiare l’acqua ai fiori. Sono sicura che il talento di questa autrice non potrà che crescere nel suo prossimo libro, che spero arrivi presto.

La trama

La vita di Justine è un libro le cui pagine sono l’una uguale all’altra. Segnata dalla morte dei genitori, ha scelto di vivere a Milly – un paesino di cinquecento anime nel cuore della Francia – e di rifugiarsi in un lavoro sicuro come assistente in una casa di riposo.

Ed è proprio lì, alle Ortensie, che Justine conosce Hélène. Arrivata al capitolo conclusivo di un’esistenza affrontata con passione e coraggio, Hélène racconta a Justine la storia del suo grande amore, un amore spezzato dalla furia della guerra e nutrito dalla forza della speranza. Per Justine, salvare quei ricordi – quell’amore – dalle nebbie del tempo diventa quasi una missione.

Così compra un quaderno azzurro in cui riporta ogni parola di Hélène e, mentre le pagine si riempiono del passato, Justine inizia a guardare al presente con occhi diversi. Forse il tempo di ascoltare i racconti degli altri è finito, ed è ora di sperimentare l’amore sulla propria pelle. Ma troverà il coraggio d’impugnare la penna per scrivere il proprio destino?

amazon-storeapp-storeplay-store
Nessun commento

Invia un commento