recensione la ragazza e la notte guillaume musso

La ragazza e la notte / Guillaume Musso

"Per tutta la vita non ho fatto altro. Scrivere."

Un liceo esclusivo in Costa Azzurra, una ragazza scomparsa nel nulla

Recensione La ragazza e la notte di Guillaume Musso.

La ragazza e la notte è il primo libro di Guillaume Musso che leggo, anche se da tempo mi incuriosiva molto l’autore che solitamente ambienta i suoi noir a New York.

Per La ragazza e la notte, invece, ha scelto come scenario i luoghi della sua infanzia: la splendida Costa Azzurra e in particolare Antibes. La mia passione per i cold case ha fatto il resto: la penna di Musso mi ha subito affascinata e conquistata.

Ovviamente non entro nel dettaglio per non rovinare la lettura e le sorprese. Devo dire che, al di là del caso in sé e della sua un po’ macchinosa soluzione, ho apprezzato molto i personaggi, i luoghi, la scrittura elegante e lo stile molto “francese” di Musso.

In particolare ho apprezzato i personaggi di Vinca, protagonista suo malgrado della vicenda, e di Fanny, brillante cardiologa con un passato da nascondere.

Mi affascinano e allo stesso tempo mi spaventano i cold case perché penso a come il tempo possa seppellire e in parte far dimenticare. Anche se il Male non si cancella e le vittime continuano a chiederci di dare loro giustizia.

Il romanzo inoltre è ricco di citazioni letterarie e un grande omaggio all’amore per i libri e la scrittura. Leggere è un modo per sopportare la realtà e sopravvivere, scrivere dà la possibilità di trasformare la realtà stessa. Ma è un potere solo illusorio, che non cancella la drammaticità del reale.

Trama

Un campus prestigioso cristallizzato sotto la neve. Tre amici legati da un tragico segreto. Una ragazza portata via nella notte.

Costa Azzurra, inverno del 1992

In una notte glaciale, mentre il campus del suo liceo è paralizzato da una tempesta di neve, Vinca Rockwell, diciannove anni, una delle studentesse più brillanti dell’ultimo anno, fugge insieme al suo professore di filosofia, con il quale aveva una relazione segreta. Per la ragazza “l’amore è tutto o niente”. Nessuno la rivedrà mai più. Costa Azzurra, primavera del 2017 Fino alla fine del liceo erano inseparabili, ma da allora Fanny, Thomas e Maxime – i migliori amici di Vinca – non si sono più rivolti la parola. Si ritrovano ora a una riunione di ex alunni. Venticinque anni prima, in terribili circostanze, hanno tutti e tre commesso un omicidio, murando il cadavere nella palestra della scuola. Proprio la palestra che oggi deve essere demolita per fare spazio a un altro edificio. D’ora in poi, niente potrà più impedire che la verità sul caso di Vinca venga a galla. Sconvolgente, dolorosa, demoniaca.

La casa editrice è La Nave di Teseo.

Leggi anche Michel Bussi, Ninfee nere o Tempo assassino.

amazon-storeapp-storeplay-store
Nessun commento

Invia un commento