Il bianco e il nero / Flavia Selli

Tra Praga e Milano, una storia di luce e oscurità

La Praga misteriosa e affascinante e la Milano scintillante della moda

RECENSIONE IL BIANCO E IL NERO DI FLAVIA SELLI

Il thriller dell’autrice Flavia Selli è ambientata in due città: Milano, scintillante e glamour, tra modelle e locali, e Praga, affascinante e magnetica.

Dietro alla facciata perfetta di queste due città, però, si celano storie terribili di sfruttamento, violenza, criminalità organizzata. Modelle bellissime che arrivano dall’Est sfuggendo al racket e la mafia fanno da cornice alla vicenda.

Le due città, specialmente Praga, vengono descritte molto bene dall’autrice. Proprio a Praga, sotto al ponte Carlo, la scena che riesce a ben catturare il lettore: il cadavere martoriato da una ragazza viene trovato da un pittore che sta dipingendo il paesaggio, dalla cui bellezza è ossessionato.

Nello, Fabrizio e Andrea

Il Bianco e il nero è anche una storia di amicizia, tra due giovani che a un certo punto della vita prendono strade diverse, ma si ritrovano nel momento del bisogno.

Nello, esuberante e intelligente, conosce a Milano la bellissima Andrea, modella di Praga, con un passato oscuro. Quando decide di aiutarla a superare i fantasmi del passato, chiede aiuto a Fabrizio e lui è subito pronto a mettersi in gioco per l’amico.

Andrea non solo è bellissima, ma anche magnetica e dolce. Nello si innamora al primo sguardo di lei. Ed è pronto a tutto per aiutarla.

La trama è complessa e tutti i misteri trovano la soluzione solo alla fine del romanzo, con un colpo di scena finale.

Da lettrice appassionata, non posso non apprezzare il riferimento a Kafka, scrittore simbolo di Praga, e soprattutto l’iniziale descrizione dello scrittore sul letto di morte.

Da sottolineare anche il tema importante del racket, della tratta delle donne che spesso si mescola al business della moda e delle sfilate. Un problema attuale e spesso dimenticato.

 

amazon-store
No Comments

Post A Comment