fbpx

La ragazza sbagliata / Giampaolo Simi

Nora Beckford non piange. E' come se ogni tanto la nebbia che porta negli occhi si condensasse e traboccasse senza un solo singhiozzo.

RECENSIONE LA RAGAZZA SBAGLIATA DI GIAMPAOLO SIMI

Un giornalista alle prese con un cold case

Protagonista di questo giallo molto ben scritto e intrigante è Dario Corbo, giornalista che dopo una brillante carriera si trova senza lavoro.

Gli viene proposto di scrivere un libro su un delitto dell’estate del 1993. Irene Calamai, diciottenne, ritenuta da tutti una brava ragazza, sparisce durante una festa in Versilia. Il suo cadavere viene ritrovato solo giorni dopo.

Ad occuparsi del caso è l’allora giovane e ambizioso Corbo, cronista disposto a tutto pur di ottenere uno scoop.

Non ha dubbi sulla colpevolezza di Nora Beckford, misteriosa e disinibita figlia dell’artista inglese proprietario della villa in cui si svolge l’ultima festa alla quale partecipa Irene.

Nora finisce in carcere. Assolta in primo grado, viene condannata a 15 anni in appello.

Quindici anni dopo

Oggi Corbo è separato dalla moglie, il suo giornale ha chiuso e Nora è uscita dal carcere.

Ormai diventata donna, ma senza aver perso il fascino di quando era la ragazza ritenuta da tutti un’assassina, Nora torna a far parlare di sé.

Per ricordare il padre organizza una mostra proprio nella villa del crimine. Il caso Calamai torna così d’interesse e a Corbo viene proposto di scrivere un libro con la testimonianza di Nora.

La verità che emerge nell’estate torrida del 2016 è sempre più sconcertante e il giornalista si trova a fare i conti con gli aspetti più bui della storia italiana.

L’Italia delle stragi

La ragazza sbagliata è, soprattutto, un libro sull’Italia del 1993, sconvolta dalle bombe che l’anno prima hanno ucciso Falcone e Borsellino, dell’attentato a Firenze e da quelli sventati per un soffio.

Magistrati corrotti, depistaggi, lo scandalo dei soldati morti per l’uranio impoverito sono la cornice del delitto che spezza troppo presto la vita di Irene.

Il protagonista chiede scusa a Irene, vittima inconsapevole e innocente di un sistema in cui si muore anche per caso.

E’ anche una grande riflessione sulla professione del giornalista e sulla verità che viene raccontata, spesso molto distante dalla verità.

Nora e gli altri protagonisti

Ho adorato il personaggio di Nora, che porta dentro di sé una tristezza infinita e la paura di tornare a vivere dopo aver scontato la pena per un delitto che non ricorda di avere commesso.

Difficile entrare in sintonia con Corbo che, secondo me volutamente, risulta poco simpatico e almeno inizialmente appare come un narcisista ed egocentrico.

Forse per questo ho faticato nella prima parte a “entrare” nella storia, ma poi il romanzo mi ha coinvolta e l’ho divorato fino all’ultima pagina.

Mi è piaciuta anche Lavina, la pm dai capelli rosso fuoco, amica di Nora, che aiuta Corbo nelle ricerche per il libro. Anche Lavinia si porta dentro la propria dose di infelicità. E pagherà molto cara la propria ricerca della verità.

Ci sono anche “comparse” illustri: nella storia appaiono infatti un giovane Quentin Tarantino, e poi Fabrizio De André (erano gli anni di Anime Salve) e Ivano Fossati.

Credo che La ragazza sbagliata sia molto di più di un semplice giallo. Giampaolo Simi è un grande scrittore, capace di dare al romanzo un respiro ampio e profondo, come quello della Storia.

La scrittura raffinata (mi capita raramente di sottolineare alcune frasi) è quella degna di uno dei pochi libri che meriterebbero di essere riletti.

amazon-storeapp-storeplay-store
2 Commenti
  • Francesca
    Pubblicato alle 10:40h, 16 Ottobre Rispondi

    Io sono appassionata di delitti (sembra una frase da psicopatica ma non lo sono, giuro! O forse un po’ si, ma non di quelle pericolose), fan sfegatata di Storie Maledette e del programma Sky “Delitti”; questa recensione mi ha ricordato appunto le atmosfere di celebri delitti irrisolti, come quello dell’Olgiata; sicuramente leggerò questo libro!

    • Meg
      Pubblicato alle 10:49h, 16 Ottobre Rispondi

      Grazie Francesca! Anche io adoro i delitti intricati e i cold case, quindi credo che questo libro ti piacerà! A presto!!!

Invia un commento