Il libro dei Baltimore / Joël Dicker

"I libri sono la più bella delle rivincite"

Chi si attendeva il seguito del best-seller mondiale “La verità sul caso Harry Quebert” rimarrà sorpreso. Non si tratta di un sequel, è vero, come invece si faceva intendere nella campagna di lancio del secondo romanzo del bravo e giovane scrittore svizzero, ma di un romanzo piacevole, appassionante e per alcuni versi imprevedibile. Si toccano tanti temi, a cominciare da quello dell’infanzia e la sua visione onirica del mondo, dell’adolescenza con il suo delirio di onnipotenza, fino al duro impatto con una realtà ben diversa che comporta l’ingresso nell’età adulta. Si parla di successo, di voglia di riscatto, ma anche delle gelosie che spesso si creano nelle famiglie o anche all’interno di amicizie che appaiono indistruttibili e che portano a divisioni apparentemente incomprensibili. C’è anche il grande sogno americano, per il quale ciascuno con bravura e tenacia e un pizzico di fortuna può costruirsi il futuro che più desidera.
Anche in questo romanzo, come nel suo precedente successo mondiale, Dicker crea dei personaggi che non possono che essere simpatici al lettore e conquistarlo. Non è un giallo, ma resta comunque un alone di mistero che si dissipa solo nel finale. Scrittura scorrevole, un tocco di ironia e anche qualche momento di commozione qua e là rendono il romanzo una lettura piacevole, ma mai banale, che consiglio a tutti.

Un ultimo aspetto. Mi pare che “Il libro dei Baltimore” sia anche un romanzo nel romanzo che rappresenta un omaggio alla letteratura. “… i libri sono più forti della vita. Sono la più bella delle rivincite” scrive Dicker. E da book-addicted non posso che sottoscrivere. Anche questa volta mi ha conquistata.

TRAMA

Markus Goldman di Monclaire attende con ansia le feste comandate e le vacanze estive per andare a trovare i suoi cugini e gli affascinanti zii, i Goldman di Baltimore. Fin da piccolo vorrebbe far parte di quel ramo della famiglia che sembra avere tutto: amore, soldi e successo. Fino alla Tragedia: il momento in cui la vita dei “Baltimore” precipita per sempre. Ma come è stato possibile arrivare a quel punto?

amazon-storeapp-storeplay-store
No Comments

Post A Comment