Vite Fragili / Elisabetta Sabato

Un caleidoscopio di storie

Storie di vita che si intrecciano

Recensione Vite Fragili di Elisabetta Sabato. Nel romanzo di Elisabetta Sabato, si intrecciano le esistenze di tanti personaggi, tra felicità inaspettate e dolori insopportabili.

L’autrice racconta storie delicate, ma anche crude, che rivelano senza fare sconti a nessuno i lati oscuri degli esseri umani, le loro
fragilità, il loro arrancare in un mondo che spesso non viene sentito come casa.

Si comincia da  Alice, per giungere ad altri personaggi a lei in qualche modo legati. Al centro del romanzo c’è sempre l’umanità con le sue mille sfaccettature.

Un libro per tutti

La forma del romanzo, che è come un intreccio di racconti brevi, si presta anche a lettori non accaniti. E’ accessibile e piacevole anche lo stile dell’autrice.

I temi toccati sono diversi, dalla violenza sulle donne al viaggio come scoperta. Il messaggio è di speranza: nonostante il buio che tante volte avvolge l’esistenza, uno spiraglio di luce entra sempre nella vita. L’importante è saperlo cogliere e seguire con fiducia.

La scrittrice Elisabetta Sabato

Elisabetta Sabato è nata nel 1979 a Putignano . Appassionata di poesia, pubblica diversi componimenti tra cui: Le cicatrici dell’intelligenza, Venezia, Lontano, pubblicate in antologie e raccolte. Nel 2008 la casa editrice Akkuaria pubblica una sua raccolta poetica dal titolo Un viaggio lungo un respiro. Nel 2018 pubblica Vite fragili,
romanzo già vincitore del 3° premio della Critica letteraria al Concorso Nazionale “Pescara-Abruzzo” ed. Tracce 2011.

No Comments

Post A Comment