Storia di Maria Antonietta / Edmond e Jules de Goncourt

Ritratto appassionato della Regina più famosa di sempre

RECENSIONE DI STORIA DI MARIA ANTONIETTA DEI DE GONCOURT

La Regina Maria Antonietta ci è sempre stata raccontata come una donna frivola, dedita solo a piaceri, gioielli e balli. “Colpa”, secondo i due scrittori ottocenteschi De Goncourt, di una storiografia troppo superficiale e forse non troppo obiettiva sulla Rivoluzione francese e sul Terrore. In questo ricco volume, impreziosito da bellissime tavole a colori, che Sellerio ha pubblicato recentemente, viene raccontata tutta un’altra Maria Antonietta. La Delfina, moglie di Luigi XVI con il quale ha condiviso la morte sulla ghigliottina, fu in realtà una donna sì ricca di fascino e amante dei piaceri, della “bella vita” diremmo oggi, ma anche una sovrana intelligente, responsabile e amante del suo popolo.

Alcune frivolezze, secondo i de Goncourt erano motivate dal desiderio di Maria Antonietta di voler piacere ed essere amata da tutti. Giunta in Francia a quindici anni, dopo aver detto addio alla madre imperatrice Maria Teresa, la ragazza doveva sposare il Delfino per suggellare un patto tra i due Stati. Da subito le sue origini le procurarono inimicizie e ostilità, con l’appellativo “l’Austriaca” che si portò fino al patibolo.

Non era facile vivere alla reggia di Versailles, nel clima dell’Ancien Regime ormai in piena decadenza, tra invidie, lotte per il potere, al fianco di un giovane Sovrano che non riusciva certo a imporsi. Maria Antonietta si dedicò al suo sogno: il Trianon, un luogo incantevole che ho visitato e di cui mi sono letteralmente innamorata nei giardini di Versailles (ma non ho mai nascosto il fatto che un pezzo del mio cuore è sempre a Parigi).

Appassionante il racconto del caso dei diamanti della Regina, uno scandalo che vide suo malgrado coinvolta Maria Antonietta. In realtà si trattò di un caso di truffa, ordito dalla perfida de La Motte, che non esitò a trovare una sosia della sovrana, per ingannare un ambizioso prelato. Una storia vera talmente appassionante da aver poi alimentato romanzi e film.

Ho apprezzato molto la descrizione precisa e documentata della vita di corte, delle feste, degli abiti e delle usanze. Precisi e particolareggiati i capitoli dedicati a Versailles e al Trianon. E, con il fiato sospeso, ho divorato le pagine che raccontano gli ultimi mesi di vita della Regina, cui il popolo che inizialmente la adorava, ha voltato le spalle, con un’ignobile sentenza di morte. In questo libro Maria Antonietta rivive in tutta la sua luminosa e brillante umanità. Non leggo spesso libri storici, ma questo mi ha presa dalla prima pagina. Consigliatissimo. E complimenti, come sempre a Sellerio, che non sbaglia mai e di cui mi fido ciecamente.

amazon-storeapp-store
2 Commenti
  • Serena
    Pubblicato alle 10:35h, 01 agosto Rispondi

    Lo consiglierò ad un mio amico appassionato di regine!

    • Meg
      Pubblicato alle 10:41h, 01 agosto Rispondi

      Grazie Serena, vedrai che ti ringrazierà per il consiglio! 😉

Scrivi un commento